sabato 11 giugno 2016

Recensione: "Apoptosis" di Renato Mite

Carissimi honeys, è con piacere che vi scrivo la recensione di questo libro! Apoptosis, di Renato Mite, è entrato nelle mie letture preferite dell'inizio dell'anno!

Titolo: Apoptosis
Autore: Renato Mite
Prezzo: 5€
Un ricercatore medico, un'innovazione diagnostica rivoluzionaria, una rete digitale per la sanità pubblica e un hacker a mettere tutto in discussione... prima dell'Apoptosis. 
La società HOB Medicines ha rivoluzionato la medicina con la Patoneuroscopìa, l’indagine diagnostica attraverso il sistema nervoso, e ha creato il PNS, un dispositivo per la diagnosi personale collegato alla P.A. Net, la rete digitale per la sanità pubblica. 
Tutti indossano un PNS, ma alcuni dubitano della sua efficienza: George Tobell, il ricercatore che ha aperto la strada alla Patoneuroscopìa, affetto da una neuropatia causata da un prototipo del PNS; e Matthew Jaws, un hacker ossessionato dalla HOB che vuole vederci chiaro sulla sorte degli antesignani, leggendari malati oggetto della sperimentazione HOB. 
Quando George muore, Matthew viene in possesso del suo trattato sulla Patoneuroscopìa che getta le prime luci sui segreti della HOB. 
Matthew si fa assumere nella sala di controllo della P.A. Net dell’HOB Building, dove lavora anche l’analista che ha stretto un accordo con il magnate della HOB per la cattura dell’hacker della loro rete. Nei laboratori del grattacielo lavora un giovane ricercatore, Jason Stemberg, che scoprirà che chiunque usi il PNS è in pericolo. 
Il parossismo è imminente e li coinvolgerà tutti.

Non mi dilungherò molto sulla trama di Apoptosis, perché dovreste scoprire tutto leggendo. Ciò che colpisce, infatti, è lo stile con il quale l'autore ha delineato la sua storia. Per quanto avvincente possa essere la narrazione (e fantasiosa! Non vedevo da tanto una trama così articolata), ciò che colpisce il lettore dritto al cuore è proprio la penna di Renato Mite.
Molto spesso capita di pensare al futuro con innocente curiosità, e l'autore ci propone un futuro con moltissime caratteristiche e tantissimi difetti, un futuro che forse accadrà sul serio. La storia è raccontata con estrema freddezza e oggettività, non abbastanza da annoiare, anzi: è grazie a questo che possiamo capire il duro processo di elaborazione del libro.
Perché (e parlo da aspirante scrittrice) riuscire a scrivere con questo distacco senza risultare troppo distaccati -scusate la ripetizione- non è affatto semplice. Ogni personaggio, qui, ha uno scopo, non si tratta di semplici comparse o aiutanti del protagonista. In una trama così fitta, ogni figura ci aiuterà a comprendere meglio la storia complessiva.

Se siete amanti, come me, di questo genere di libri, ve lo consiglio assolutamente!
☆☆☆☆e 1/2

2 commenti:

  1. Grazie per le belle parole, mi fa molto piacere sapere che Apoptosis ti è piaciuto così tanto.

    Ciao,
    Renato

    RispondiElimina